Piccole consulenze

Ciao a tutti!
Da questo momento la Sig.ra Democle sarà felice di offrire a coloro che si approcciano all’astrologia
chiarificazioni e delucidazioni su alcuni passaggi planetari che non riuscite ad interpretare.
Potete lasciare i vostri commenti in alto a sinistra “lascia commento”.
Non si tratta di fornire consulti per i quali potete contattarmi ai numeri che sono sul sito alla voce “contatti”.

Democle

STELLE E FUTURO

STELLE E FUTURO
Cari lettori, come di consueto negli ultimi tempi vi faccio partecipi dei fenomeni celesti e delle loro ricadute sulle nostre vite piene di quotidianità semplice, con piccoli e grandi dispiaceri ma anche fatte di speranze e di piccole gioie.
Bene iniziamo!
Nel segno del Leone 2017 abbiamo assistito ad una serie di fenomeni che difficilmente nella nostra vita terrena vedremo verificarsi due volte. Il 23-07-2017 si è verificato il primo novilunio nel segno del Leone,
Il 07-08-2017 si è verificato un’eclissi totale del Sole, il 21-08-2017 si è verificato un nuovo novilunio con l’eclissi della Luna su una stella della costellazione del Leone, cioè Regulus, e già tutti questi fenomeni da soli bastano per indicare che moltissime cose sarebbero cambiate, ma un altro fenomeno si è verificato il 17-08-2017 che ha portato anche ad una nuova frontiera dell’astrofisica.
Nella costellazione dell’Idra Femmina [una costellazione australe enorme, pensate che la sua estensione è di 1303 gradi quadrati] che copre il 3,6 % della volta celeste, vi posso dire che non vi sono moltissime stelle. In questa zona enorme, però, vi sono delle galassie tra le quali NGC 4993, una galassia scoperta da Sir William Hershel il 26-03-1789. Se siete ferrati in storia saprete che è l’anno della rivoluzione francese, e questa persona è lo stesso scopritore di Urano che, in un primo momento, lui pensava che fosse una cometa.
Bene! In questa galassia i telescopi Ligo e Virgo hanno captato delle onde gravitazionali provocate dalla fusione di due stelle di neutroni. Una stella di neutroni ha un diametro di 10Km ma pesa come tre Soli messi insieme.
Insomma è come avere tutta la catena montuosa dell’Himalaya in un cucchiaino di caffè.
Non voglio tediarvi con delle piccole lezioni di astrofisica e quindi vado al dunque. Queste due stelle con la loro fusione hanno formato un buco nero.
Adesso passiamo alla spiegazione mitologica.
Nella mitologia l’Idra era un mostro a nove teste molto caro a Era, dea della famiglia e del focolare ed è anche una delle sette fatiche di Eracle [ Ercole ] cioè la seconda. Eracle ogni volta che tagliava una testa, questa ricresceva, così si fece aiutare da Iolao che, con il fuoco cauterizzava i monconi per non far ricrescere le teste, consideriamo anche che quella centrale era immortale, il sangue di questo mostro era velenosissimo ed Eracle intrise le sue frecce di quel sangue che tanto dolore dette a Kirone suo maestro, che preferì rinunciare alla immortalità pur di non soffrire.
Come potete notare qui l’immortalità è presente già due volte.
Tutti questi fenomeni celesti nel segno del Leone daranno inizio ad un declino del culto dell’immagine e tutte le forme di vanità
e molti “reucci” sia in campo politico che non, intraprenderanno un percorso che li porterà in un “ buco nero” e niente potranno fare perché oramai il meccanismo è già in moto.
Per i comuni mortali come noi, l’avvertimento è che se nei tempi passati abbiamo mentito, nascosto, tutto verrà a galla portando con sé le conseguenze di poter perdere tutto ciò che è stato costruito in modo truffaldino, anche in amore si intende.
Per tanti altri vi è un rinnovamento di energia, e per questi nasceranno delle nuove “ stelle” che calcheranno il nuovo palcoscenico della vita. Naturalmente non siamo a Walt Disney e tutto non accadrà con il tocco della bacchetta magica, ma il rinnovamento è in corso, dobbiamo solo essere preparati quando arriverà l’occasione della nostra vita.
Con affetto Democle
per consulti privati chiamare 3332383758

MARTE IN CANCRO

Oggi 04-06-2017 a sera inoltrata Marte fa il suo ingresso nel segno del Cancro, moltissimi di voi cercheranno di capire cosa possa comportare per i prossimi 40 giorni, nella propria quotidianità. Sì, perchè dobbiamo ricordarci che Marte è un pianeta personale e che incide nella nostra quotidianità. In Cancro, Marte perde il suo atteggiamento da guerrafondaio e diventa compassionevole, pronto ad aiutare con la sua forza chi in quel momento ha bisogno di lui. I segni che beneficeranno di questo passaggio saranno la Vergine e i Pesci i quali usciranno da un periodo un pò complicato, ad aiutare ulteriormente questi segni interverrà la bella Venere che dopo un pò di sosta nell’Ariete segno a lei poco congeniale il 06-06-2017 alle 08.16 del mattino farà ingresso nel segno del Toro, a dare anche una grossa mano a questi cambiamenti Giove in 09-06-2017 si metterà diretto nel segno della Bilancia. per i Vergini e per i Pesci toccherà delle case che rappresentano il denaro. Per i Pesci si tratterà di denaro con sigillo notarile, per i Vergini denaro che deriva dal lavoro. Gli altri segni che vedranno il loro indice salire, saranno le Bilance, i Sagittari e gli Acquari, non tanto bene per i Capricorni che si vedranno recapitare cartelle esattoriali inattese, mentre i Tori avranno dei problemi con la comunicabilità probabilmente perderanno molto spesso la pazienza. Per gli Arieti verranno influenzati nei campi segnati dal loro ascendente di nascita, mentre i Leoni potranno realizzare dei piccoli progetti lavorativi. Naturalmente queste previsioni sono generaliste. Per una previsione personale contattatemi ai numeri indicati nella pagina.
Democle

LA VERGINE E IL SUO MITO

LA VERGINE E IL SUO MITO
Cari lettori dopo una piccola pausa ritorno con un nuovo articolo.
Parlando del segno della Vergine, in molti riscontrano che è il segno più particolare dello zodiaco. I più antichi astronomi provengono dalla Mesopotamia, luogo in cui nasce sia l’astronomia che l’astrologia ed a quei tempi non vi era distinzione tra le due materie, essa si avrà solo a partire dal 17esimo secolo d.C. con la scissione delle discipline del Quadrivio (Aritmetica-Geometria-Astronomia-Musica).
All’epoca avevano collocato come governo supremo del segno il dio Enki, lo scienziato del pantheon sumero, il suo omologo in Egitto era Thot e nella mitologia greca Mercurio. Leggi tutto “LA VERGINE E IL SUO MITO”

Kirone e l’abbandono

Kirone e l’abbandono
Cari lettori,
in prossimità di San Valentino continuiamo a parlare d’amore e di quali altri corpi celesti influiscono sul nostro destino amoroso e affettivo. Vi avevo promesso in un articolo precedente che vi avrei parlato di Kirone.
Kirone è un asteroide, che è in realtà una delle più massicce comete periodiche conosciute nel sistema solare. E’ considerato il prototipo della classe degli asteroidi centauri, corpi celesti ghiacciati, che quando si trovano in perielio sviluppano una coda luminosa, quindi Kirone è sia planetoide che cometa, anche se il suo diametro e di ben lunga superiore ad una cometa (132-142 Km ) contro gli 8Km della cometa di Halley. L’orbita di Kirone è ellitica di tipo caotico, compresa all’interno dell’orbita di Urano e che interessa periodicamente quella di Saturno. Leggi tutto “Kirone e l’abbandono”

Venere e il Pentagono

Cari lettori,

in questo articolo ci occuperemo di Venere che molti astrologi collegano all’amore.

In realtà questo pianeta ha molte funzioni. Viene chiamato il pianeta dell’amore perché, oltre al mito greco, esso è collegato al pentagono aureo, pentagono calcolato da antichi astronomi, sia indoeuropei  sia anche da tutte quelle culture provenienti dal sud America, come gli Incas, Maja e Aztechi, nonché anche dal grande astronomo e matematico Archimede ( che ne indicò la sezione aurea ). Essi attribuirono a questo pianeta la proprietà di armonia matematica. Non voglio in questo articolo tediarvi con formule matematiche, sappiate però che il ciclo di Venere intorno al Sole, facendo congiunzione anche con la terra, forma, nell’arco di otto anni, un pentagono. Questo stesso pentagono è indicato nell’Uomo Vitruviano di Leonardo da Vinci.

Sempre questo pentagono viene usato dagli occultisti in modo improprio assegnandogli delle proprietà “magiche”. Naturalmente vi è tutta una letteratura in merito.

Presso i Babilonesi la dea dell’amore omonima di Venere era Ishtàr, mentre presso i Sumeri si chiamava Inanna,  oltre all’amore governava l’erotismo e la fertilità, ma era anche la dea della guerra e delle tempeste, riferendosi proprio al quel pentagramma che con la punta all’insù era benevolo e che si riferisce alle congiunzioni superiori (Venere dietro il Sole); mentre con la punta all’ingiù si chiamano inferiori (Venere davanti al Sole) Leggi tutto “Venere e il Pentagono”

L’Ermeneusi dei miti

L’ermeneusi dei miti
come strumento di interpretazione astrologica

Fin dall’antichità i popoli conoscevano l’Astrologia, i Caldei, i Sumeri, gli Egizi svilupparono le loro competenze nell’ambito di questa immensa complessità chiamata Astrologia che, all’attualità, abbiamo la consapevolezza di come comprenda al suo interno numerose discipline, la matematica, l’astronomia, la psicologia, la storia religiosa e culturale, l’epistemologia e non ultima l’ermeneutica.
Gli dei dell’Olimpo erano venerati dagli antichi Greci da un lato dando loro le caratteristiche tipiche dell’essere umano e, dall’altro, attraverso l’attribuzione ad essi di poteri divini che consentivano di introdursi nelle vicende umane e favorirle oppure dare ad esse un epilogo che dagli uomini non era voluto. Questa forma di devozione rifletteva gli aspetti sociali e culturali della comunità del tempo, dando voce a quell’insieme ed a quella complessità di natura culturale e religiosa che conduce l’interprete, tramite uno studio attento ed approfondito dei miti legati alle divinità, di ricostruire il pensiero del tempo. Non a caso i diversi popoli, attraverso le gesta di dei ed eroi, come personificazione dei fenomeni naturali, hanno tentato di spiegare i tanti misteri della natura. Ogni popolo si è infatti adoperato nel narrare una propria Cosmogonia, offrendo una raccolta tanto ricca da trasportarci nell’Olimpo dei Greci oppure nel Pantheon dei Romani.
L’Astrologia è la disciplina che si pone l’obiettivo di individuare l’influsso degli Astri nella fenomenologia del reale e di prevedere il risultato dei movimenti planetari nella vita umana, fornendo, attraverso uno studio attento ed approfondito, uno strumento di consapevolezza. L’etimologia della parola astrologia deriva dal greco: astrologhía = ἀστῆρ/ἀστέρος, stella + λόγος, lógos, discorso, trattasi quindi dello sviluppo di un pensiero scientifico sul Cielo. Leggi tutto “L’Ermeneusi dei miti”