Intervista


Salve sono Lilith, la vostra parte nascosta e profonda.

Abito in ognuno di voi anche in quelli che non l’accettano.

Inaugureremo da questo numero una nuova rubrica e, se vi piacerà,

continuerà anche per rispondere alle vostre domande.

C’è un crescente interesse intorno all’astrologia,

l’antica scienza dei Caldei, che molti coltivano apparentemente,

perlomeno come interesse culturale in più, altri in segreto.

Testimone amato e popolare di questo è la signora Democle,

attualmente conduttrice di un programma televisivo in onda su TBM.

Domanda di Lilith: Signora perché questo interesse?

Risposta di Democle: Ogni individuo è solo in una società consumistica che, tenendo alla massificazione esaspera e nello stesso tempo nega l’individualità.

Domanda di Lilith: Cosa è l’astrologia?

Risposta di Democle: Per me è una scienza con le sue regole anche se attualmente è una disciplina. Forse è meglio così perchè, in questo modo, non ha la rigidità delle scienze. Astrologia è arte, filosofia, religione, matematica e altro ancora… Si serve di archetipi che sono sostanzialmente gli stessi anche se chiamati con diverso nome nelle diverse scienze. E’ un metodo di interpretazione del reale, o meglio “un sistema di rappresentazione della realtà“, per dirla con le parole di Thorwald Dethlefsen, psicoterapeuta tedesco contemporaneo. Rappresenta la realtà ma non la produce “l’astrologia consiste in figurazioni simboliche dell’inconscio collettivo che è il soggetto della psicologia. Pianeti sono gli dei simboli dei poteri dell’inconscio” secondo Jung. In questo senso per gli psicologi Junghiani le tecniche astrologiche possono diventare per lo psicologo del profondo altrettanto preziose come l’interpretazione dei sogni Freundiani.

Domanda di Lilith: Grandi popoli e grandi menti si sono occupati di astrologia: Caldei, Sumeri, Egizi, Galilei, Bacone, Keplero dopo un atteggiamento critico, e più recentemente, Jung. Lei come è approdata all’astrologia?

Risposta di Democle: In un periodo difficilissimo della mia vita, il più duro, cercavo delle risposte perché ciò che mi accadeva non aveva apparentemente, una logica. Leggendo Jung mi impressionò il concetto di sincronicità di causa-effetto che poi è alla base del Karma. Fu come se si aprisse una porta. Ma riuscii ad andare oltre, a sintetizzare quelle che erano intuizioni slegate leggendo Dane Rudhyar e, soprattutto Stephen Arroyo psicologo americano! Capii che l’astrologia è un valido strumento psicologico per capire se stessi e gli altri. Avevo trovato la chiave per aprire le porte di categorie logiche, oltre la logica comune, che tutto ha un senso, tutto ha un rito, tutto evolve.

Domanda di Lilith: Come mai, nonostante personaggi del calibro di Jung abbiano sostenuto la validità dell’astrologia, le critiche e la diffidenza, nei confronti della disciplina sono ancora tante?

Risposta di Democle: E’ paura di ciò che non si può spiegare con i criteri logici tradizionali e quindi controllare. In Italia poi la Chiesa ha messo al bando tutto ciò che poteva allontanare il popolo dell’obbedienza senza discussione critica. Si pensi all’inquisizione che tutto è stato fuochè santa. Nella stessa Bibbia, invece, ci sono passi che parlano di astrologia e reincarnazione (Marco 9,11 – Giovanni 9,1 – Matteo 17 ecc…). I Re Magi della tradizione erano in realtà medici astrologi. Quando parlo di Chiesa mi riferisco al sistema burocratico inventato dagli uomini, non alla religione nel suo significato più vero. Quindi tutto ciò che non si può controllare fa paura e la maggior parte della gente non ama mettersi in discussione, meno che mai a nudo. Si ha, ancora oggi, un rifiuto in termini di paura della psicologia, figuriamoci dell’astrologia.

Domanda di Lilith: Astrologia, quindi, può essere strumento di indagine per “mettere a nudo” persino i nostri politici allora?

Risposta di Democle: Credo proprio di si.

Con questa battuta ci congediamo dalla signora Democle e da voi che leggete. E se negli anni 70 lo slogan era “Tremate le streghe son tornate”, nel 2005, nell’era dell’acquario, possiamo dire “Gioite le fate son tornate”!

Lilith.

Fonte: Via Crispi (Grottaglie-Taranto)